Terapia cognitivo comportamentale per disturbi sessuali

Dal vaginismo alla dispaurenia, tutti i disturbi sessuali da cui è possibile guarire grazie alla terapia di tipo cognitivo-comportamentale.

Terapia cognitivo-comportamentale per disturbi sessuali

psicologa Stefania Rossi Disturbi del desiderio sessuale, problemi di eccitazione sessuale, disfunzione erettile (impotenza), eiaculazione precoce, vaginismo, parafilie... sono molti i disturbi sessuali che possono colpire una persona. La terapia cognitivo-comportamentale permette non soltanto di riconoscerli e valutarli, ma anche di curarli e prevenire così eventuali complicanze. Il primo punto è l'analisi del paziente, un'analisi condotta attraverso il dialogo e il resoconto delle proprie difficoltà.

Questa fase, definita di assessment, è molto importante perché consente di qualificare il disturbo sessuale del soggetto o della coppia, identificare gli eventuali fattori biologici, emozionali, cognitivi e comportamentali, individuare le esperienze passate significative, gli eventi scatenanti e i fattori di mantenimento e, da ultimo, evidenziare le risorse personali del soggetto o della coppia.

Nel momento in cui si ricostruiscono tutti gli elementi del quadro, è il momento di definire gli obiettivi e il programma terapeutico per il loro raggiungimento. Ogni percorso va costruito su misura in base alla situazione di partenza. Strumenti classici della terapia cognitivo-comportamentale per la cura dei disturbi sessuali sono il training autogeno, la comunicazione, la ristrutturazione cognitiva, il controllo degli stimoli, la desensibilizzazione sistematica...

Secondo l'inquadramento diagnostico esistono diversi gruppi di disturbi sessuali, ognuno dei quali collegato a una o più disfunzioni. I disturbi dell'eccitazione, ad esempio, comportano un'incapacità di mantenere una adeguata risposta psicofisiologica durante il rapporto. La dispaurenia (disturbi del dolore sessuale) si presenta come una vera e propria sofferenza agli organi genitali associata al rapporto sessuale, mentre il vaginismo provoca l'irrigidimento dei muscoli vaginali e rende di fatto impossibile la penetrazione.

Sedute individuali, di coppia e di gruppo, anche a distanza

Come psicoterapeuta cognitivo-comportamentale ho partecipato e partecipo tuttora a corsi di formazione e seminari. All'Istituto Miller di Firenze ho avuto modo di studiare in profondità la materia, supportata dall'insegnamento di alcuni tra i maggiori esperti sul campo. L'esperienza accumulata mi ha portato a sviluppare una vasta conoscenza dei disturbi sessuali e delle metodiche per affrontarli e superarli insieme.

Ad oggi lavoro prevalentemente nel mio studio privato a Forte dei Marmi, in provincia di Lucca, offrendo percorsi terapeutici individuali, di coppia o di gruppo. Alle persone che vivono distanti o che desiderano essere seguite da casa propongo sedute telefoniche o via Skype, garantendo come sempre la massima serietà e discrezione. Per maggiori informazioni sulla terapia cognitivo-comportamentale per disturbi sessuali o per fissare un appuntamento, ti invito a contattarmi senza impegno online o per telefono utilizzando i recapiti alla pagina dedicata.

Il tuo disturbo ti impedisce di vivere serenamente?

Non aspettare oltre, il percorso da affrontare per uscire dai tuoi problemi, può incominciare oggi stesso!

prenota una visita
Dipendenza
affettiva
Disturbi del
comportamento
sessuale
Disturbi d'ansia
Attacchi di panico
Disturbi
ossessivo-compulsivi